Gli stadi del presidente De Laurentiis

Kiss Kiss Napoli sostiene che De Laurentiis presenterà al Comune di Napoli il progetto per i nuovi lavori strutturali da fare allo stadio San Paolo dopo le Universiadi. E’ alla guida della società da 15 anni e ogni due-tre anni il presidente ha presentato un progetto per un nuovo stadio, la ristrutturazione del San Paolo o la realizzazione di una struttura per il settore giovanile.

Aurelio De LaurentiisLo stadio San Paolo è la casa della Società Sportiva Calcio Napoli. L’impianto è stato inaugurato il 6 dicembre 1959 ed è stato ristrutturato per i Mondiali del 1990. Dopo ventinove anni lo stadio San Paolo subisce un nuovo restyling, questa volta grazie alle Universiadi che si svolgeranno a Napoli dal 3 al 14 luglio 2019. I soldi pubblici della Regione Campania sono serviti per cambiare i sediolini e installare un maxischermo da 120 metri quadri. I lavori di ristrutturazione per le Universiadi non sono ancora finiti, ma il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ha già in mente un nuovo progetto di ammodernamento per lo stadio di Fuorigrotta.

Kiss Kiss Napoli, radio ufficiale del Calcio Napoli, sostiene che De Laurentiis presenterà al Comune di Napoli, subito dopo la fine delle Universiadi, il suo progetto, realizzato con l’architetto Gino Zavanella, per i nuovi lavori strutturali da fare allo stadio San Paolo. Il restyling prevedrebbe l’abbassamento delle tribune, l’eliminazione della pista d’atletica e 25 Sky box in campo sul lato delle tribune e dei distinti. L’idea è quella di eliminare i biglietti e riempire lo stadio con gli abbonamenti. Peccato che a Napoli ormai il presidente De Laurentiis è carta canusciuta. E’ alla guida della società da 15 anni e ogni due-tre anni ha presentato un progetto per un nuovo stadio, la ristrutturazione del San Paolo o la realizzazione di una struttura per il settore giovanile. Tutto è iniziato nel 2005, quando è uscita fuori la notizia di un nuovo stadio ad Acerra. Il progetto è morto ancor prima di essere presentato. Nel 2008 viene individuata l’area di Cancello Arnone per la “Cittadella” del settore giovanile. Anche in questo non se ne fatto nulla.

Nel 2009 esce fuori il primo progetto di ristrutturazione dello stadio San Paolo. In quell’occasione De Laurentiis annunciava anche la nascita di una TV tematica. Voi l’avete vista? Nel 2011 il presidente del Napoli vuole il nuovo stadio a Bagnoli. L’anno dopo cambia idea e preferisce ristrutturare il vecchio stadio Collana al Vomero. Dodici mesi dopo salta fuori il progetto di un nuovo stadio a Caserta. C’è anche una tappa ad Afragola, ma è solo un’ipotesi. Nel 2015 esce di nuovo fuori la ristrutturazione del stadio San Paolo con la firma di Zavanella, lo stesso architetto che dovrebbe presentare il progetto dopo l’Universiadi. Nello stesso anno vengono individuati 8 ettari per farci dai 4 ai 6 campi per le giovanili. Nel 2017 spunta nuovamente l’ipotesi di un nuovo stadio Bagnoli. L’anno dopo cambia nuovamente idea e punta tutto su un nuovo impianto a Melito. Come al solito il progetto del presidente scompare come la neve al sole. In questi 15 anni De Laurentiis non ha costruito uno stadio, ma ha progettato il Giro della Campania.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Rimodulazione Vodafone da settembre 2019

Flat tax con aliquota al 15% fino a 55 mila euro

OIM: 641.398 migranti in Libia

Comune di Napoli regala stadio San Paolo a De Laurentiis

Perché si usa Facebook?

Il cantiere di piazza Garibaldi