Istat: Senza reddito un milione di famiglie

In Italia ci sono 1.151.000 di famiglie con 2 o più componenti senza reddito. Le famiglie senza occupati e senza pensionati da lavoro sono molto più diffuse nel Mezzogiorno. E’ quello che emerge da un rapporto Istat.

FamigliaIn Italia ci sono 1.151.000 di famiglie con 2 o più componenti senza reddito, con una incidenza pari al 7,9%. In poche parole nessun componente ha un lavoro e non percepiscono una pensione. E’ quello che emerge dal rapporto “Famiglie e mercato del lavoro 2018” pubblicato oggi(6 giugno) dall’Istat. Le famiglie senza occupati e senza pensionati da lavoro sono molto più diffuse nel Mezzogiorno. Negli anni più acuti della crisi questa tipologia familiare è andata crescendo anche nelle regioni centrosettentrionali ma nel Sud e nelle Isole l’aumento è stato più intenso: già nel 2004 la quota sfiorava il 10%, nel 2018 ha raggiunto il 15,5%.

Nel 2018 ammontano a 18 milioni 823 mila le famiglie con almeno un componente tra i 15 e i 64 anni. Questa “categoria” rappresenta il 72,6% delle 25 milioni 926 mila famiglie residenti in Italia. Tra queste, quelle con almeno un occupato sono 15 milioni 374 mila. Nel 2018 la quota di famiglie con almeno un occupato(81,7%) torna ad avvicinarsi al livello del 2008(82,3%). Il recupero dei livelli pre-crisi è avvenuto in tutte le regioni del Nord, mentre ancora non si è realizzato nel Mezzogiorno. Tra le regioni meridionali le quote più basse sono stimate in Calabria(67,6%) e in Sicilia(67,9%), dove si registrano anche le distanze più marcate rispetto al 2008(-5,2 e -4,7 punti percentuali). Tra il 2004 e il 2018 si è verificato un aumento delle famiglie costituite da una sola persona: tra esse gli occupati aumentano al 74,6% dal 68,1% del 2004. L’aumento si riferisce esclusivamente alla componente più adulta(oltre i 35 anni) e riguarda sia gli uomini sia le donne. A diminuire in misura consistente sono stati, invece, gli inattivi in questa fascia di età che vivono soli: dal 24,9% del 2004(circa metà di questi con pensione da lavoro) al 12,8% del 2018(meno di un terzo ha una pensione da lavoro). Si stimano 3 milioni 198 mila persone occupate tra i 15 e i 64 anni che vivono sole. L’incidenza è maggiore tra la componente maschile(77,6%), tra coloro che hanno meno di 35 anni(77,0%), tra i residenti al Nord(80,6%) e tra chi ha la cittadinanza straniera(80,1%). Le persone sole disoccupate o potenziali forze di lavoro sono 542 mila, pari al 12,6%(23,7% nel Mezzogiorno e 14,8% tra le persone straniere).

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

La crisi di governo

Corte dei Conti: Personale PA costa 14 miliardi

Cgia: In Italia si pagano più tasse della media UE

Metropolitana bloccata dai nemici di Napoli

ASIA non raccoglie più rifiuti indifferenziati