Il viaggio infernale sul treno Siracusa-Roma

Viaggio infernale per i passeggeri del treno Intercity 1524 Siracusa-Roma Termini. Il convoglio ha accumulato quasi un'ora di ritardo a causa di vari problemi.

Intercity 1524 Siracusa-Roma TerminiLe vacanze sono finite. Dopo una settimana di relax sono tornato a Napoli per tornare alla vita di tutti i giorni. Per la verità i giorni erano otto, ma l’ultima giornata è stata infernale. Tutta colpa di Trenitalia. Sono partito da Tropea alla 14.45 di ieri e 48 minuti dopo sono arrivato a Lamezia Terme. Qui è cominciata la giornata infernale. L’Intercity Siracusa-Roma Termini che doveva portarmi a Napoli è arrivato con ben 57 minuti di ritardo.

Il treno 1524 era partito da Siracusa alle 10.21 con un minuto di ritardo. Nella altre stazioni della Sicilia ha accumulato altro ritardo fino ad arrivare a Messina Centrale 40 minuti dopo l’orario programmato. Una volta fatta la traversata in traghetto, il treno Siracusa-Roma è partito da Villa San Giovanni con ben 49 minuti di ritardo. A Gioia Tauro il 1524 ha accumulato altri 15 minuti di ritardo. A Lamezia Terme il treno è arrivato alle 17.03, 57 minuti dopo l’orario programmato. Salito a Un passeggero mostra il Courtesy kit di Trenitaliabordo della carrozza numero 4 scopro che quella è l’unica in cui l’aria condizionata non funziona. Chiedo agli altri passeggeri il motivo di questo ritardo e loro mi spiegano che il treno Siracusa-Roma ha avuto problemi con il locomotore e l’aria condizionata in Sicilia.

L’arrivo di un altro locomotore ha risolto il primo problema, mentre quello relativo all’aria condizionato è rimasto in una singola carrozza rendendo il viaggio poco gradevole. Per questo motivo alcuni passeggeri hanno chiesto al capotreno di essere spostati in un’altra carrozza.  Purtroppo quando solo salito sul treno a Lamezia Terme non c’erano più posti disponibili e mi sono dovuto fare un viaggio di tre ore in una sauna. Per fortuna che quelli di Trenitalia hanno deciso di regalare a tutti i passeggeri il Courtesy kit per i disagi avuti nel viaggio. Nel sacchetto c’erano una bottiglietta d’acqua, un succo di frutta, una bustina di taralli Caserecci e una confezione di wafers alla nocciola. Tutto bene? Mica tanto. L’acqua e il succo di frutta erano caldi come la carrozza. Il viaggio infernale si è concluso con un ulteriore beffa: il treno Siracusa-Roma è arrivato a Napoli con 55 minuti di ritardo, 5 minuti in meno rispetto al limite per avere un rimborso del 25% sul prezzo del biglietto.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Concorso per Vigili Urbani del Comune di Napoli

Confindustria propone tassa sul contante

Stipendi dei dirigenti del Comune di Napoli

Koulibaly e Ghoulam alla scuola Elsa Morante di Scampia

L’inutile sfogo di Ancelotti per gli spogliatoi del San Paolo

Impianti Universiadi abbandonati al degrado