Insediamenti abusivi di Rom, Sinti e Caminanti a Roma, Milano e Napoli

Il Ministero dell’Interno ha pubblicato una direttiva lo scorso 15 luglio per “fotografare” cifre e condizioni degli insediamenti italiani di Rom, Sinti e Caminanti. Oggi sono stati stati comunicati i primi dati realitivi a Roma, Milano e Napoli.

Un campo RomIl Ministero dell’Interno ha pubblicato una direttiva lo scorso 15 luglio per “fotografare” cifre e condizioni degli insediamenti italiani di Rom, Sinti e Caminanti. L’obiettivo è ottenere un resoconto aggiornato e approfondito per assicurare migliori condizioni di vivibilità e rispetto delle regole. Il Viminale sta elaborando i dati e ha comunicato oggi(4 settembre) quelli relativi alle città di Roma, Milano e Napoli.

Nella capitale 2.606 presenze in 6 villaggi autorizzati e altre 2.000 persone in 338 campi “spontanei”. A Milano i campi ufficiali sono 8 e ospitano 710 persone. Nel capoluogo lombardo ci sono altri 10 campi occasionali con un numero indefinito di ospiti. A Napoli 6 villaggi autorizzati con 925 persone e 9 abusivi con 864 individui. A Roma i campi abusivi di Rom, Sinti e Caminanti sono situati a Trevi(42), Prati(11), Parioli(20), Sapienza(22), Nomentano(14), Tiburtino(34), Casilino(10), Prenestino(6), Torri(20), Appio(12), Tuscolano(13), Tintoretto(9), Eur(13), Mare(22); Marconi(11), Monteverde(1), Aurelio(9), Monte Mario(37) e Cassia(32). A Milano, invece, i villaggi non autorizzati sono 9. Altri tre stanno a Garbagnate Milanese(1), Senago(1) e Robecco sul Naviglio(1). Dieci, sempre nel capoluogo lombardo, gli insediamenti occasionali, con un numero variabile di presenze. Nella città di Napoli sono 3 i campi abusivi. Altri 6 villaggi non autorizzati stanno ad Arzano(1), Caivano(1), Casoria(1), Giugliano in Campania(2) e Qualiano(1).

Commenti

  1. Mancano le cifre degli stanziamenti per le etnie in elenco al'articolo.
    Sapere quanto vengono stanziati e come spesi sarebbe importante e si potrebbero trarre molte riflessioni utili

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I soldi stanziati vengono spesi male. A Scampia c'è uno dei tre campi abusivi. Sta da oltre 30 anni e resterà ancora finchè ci saranno altri "interessi".

      Elimina

Posta un commento

I post più letti negli ultimi sette giorni

Comune Napoli affida a Citelum gestione luci votive

La Vela verde non è stata demolita

La propaganda di De Magistris sui lavoratori Whirlpool

La bomba ambientale nell’ex ICM di via nuova delle Brecce

L’ex Villa Russo è diventata una discarica

Il lago di munnezza a Scampia