Italia Viva è copyright De Luca

Italia Viva è il nome del nuovo movimento fondato da Matteo Renzi. Vincenzo De Luca vuole i copyright, visto che è il titolo di un’iniziativa fatta a Salerno nel 2014. Renzi si conferma un copione.

Matteo RenziItalia Viva è il nome del nuovo movimento fondato da Matteo Renzi. Lo ha annunciato l’ex premier a “Porta a Porta”. L’addio di Renzi al Partito Democratico non è piaciuto sui social, dove il sentiment è stato prevalentemente negativo. Il nome del nuovo movimento ha scatenato Vincenzo De Luca. Il governatore della Campania ha tweettato: “ITALIA VIVA, copyright De Luca”.

Il nome Italia Viva, infatti, è il titolo di un’iniziativa promossa sulla trasformazione urbana e sull’architettura moderna fatta a Salerno nel 2014. Questo significa che il nuovo movimento di Renzi parte con un plagio, anzi due. Anche la campagna elettorale di Veltroni nel 2008 si chiamava Italia Viva. Non è una novità, tanto si sa benissimo che l’ex premier è un copione che dice un mucchio di frottole. A “Porta a Porta” Renzi ha dichiarato: “Il nuovo movimento lo abbiamo fatto apposta per dare lunga vita al Governo Conte. Per me questa legislatura arriva al 2023 e deve eleggere il nuovo presidente della Repubblica”. Voi ci credete? Io no. Renzi ha fatto fuori Letta nel 2014 dopo avergli detto di stare sereno. Il toscano è un politico inaffidabile che può piacere solo ai prolet. Molti sostengono che Italia Viva sia la copia mal riuscita di Forza Italia. Non hanno tutti i torti. Renzi ha dichiarato: “Con Italia Viva vogliamo parlare a quella gente che ha voglia di tornare a credere nella politica. Voglio fare una cosa nuova, allegra, divertente ma che metta al centro i problemi”. Quando era premier perché non ha messo al centro i problemi? Basta con questo cazzaro seriale.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Scampia sommersa dai rifiuti

Taglio dei parlamentari è legge

Scuola chiusa per discarica abusiva

Approvato nota al DEF. Stop aumento IVA

Cgia: Grandi imprese evasione maggiore

Istat: Disoccupazione luglio al 9,5%