Volontari Universiadi non ancora pagati

I quattromila volontari delle Universiadi 2019 non sono stati ancora pagati. Il termine ultimo del 30 agosto è ormai passato. Molti volontari sono sul piede di guerra e minacciano azioni legali.

Volontari Universiadi 2019Le Universiadi 2019 sono terminate lo scorso 14 luglio con la cerimonia di chiusura allo stadio San Paolo di Napoli. 51 giorni dopo i 4.000 volontari devono essere ancora pagati. Il rimborso spese previsto per il loro impegno durante le Universiadi, non è ancora stato versato, nonostante sia passato il 30 agosto, ultima data utile per il pagamento. Il compenso dei volontari è di circa 250 euro, una cifra ridicola rispetto ai soldi incassati da alcuni tipi in giacca e cravatta.

Non si sa nemmeno quale ente debba erogare il rimborso spese dei volontari o quale sia la procedura da eseguire. Nei giorni scorsi il commissario straordinario Gianluca Basile ha inviato una relazione di undici pagine alla Regione Campania avvertendo che le casse sono ormai vuote. Per questo motivo è stato chiesto a Palazzo Santa Lucia di liquidare gli altri 40 milioni di euro dopo una prima quota di 55 milioni già sostenuta. Queste faccende burocratiche non interessano ai volontari, i quali chiedono a gran voce il pagamento del rimborso spese. Molti di loro sono sul piede di guerra e minacciano di andare a protestare sotto la sede della Regione Campania. Qualcun altro è pronto ad agire per via legali. La cosa più grave è che nessun volontario ha ricevuto una comunicazione sul motivo del ritardo del pagamento. Una vicenda incredibile che fa capire come questi eventi servano solo a far arricchire i soliti noti, non portando nulla di buono al resto della comunità.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Concorso per Vigili Urbani del Comune di Napoli

Confindustria propone tassa sul contante

Stipendi dei dirigenti del Comune di Napoli

Koulibaly e Ghoulam alla scuola Elsa Morante di Scampia

L’inutile sfogo di Ancelotti per gli spogliatoi del San Paolo

Impianti Universiadi abbandonati al degrado