Bankitalia: Debito pubblico a 2.462,6 miliardi

Il debito pubblico italiano ad agosto 2019 si è attestato a 2.462,6 miliardi di euro, in calo di 3,3 miliardi. Il dato tiene conto del rialzo dello stock del debito dovuto alle regole Eurostat. Entrate tributarie in calo.

Finanza pubblica. Ottobre 2019La Banca d’Italia ha diramato il supplemento al Bollettino di Finanza Pubblica. Ad agosto 2019 il debito pubblico italiano si è attestato a 2.462,6 miliardi di euro, in calo di 3,3 miliardi rispetto a luglio 2019. Il dato tiene conto del rialzo dello stock del debito dovuto alle regole Eurostat. Il debito delle amministrazioni centrali è diminuito di 3,2 miliardi e quello delle amministrazioni locali di 0,1 miliardi. Il debito degli enti di previdenza è rimasto pressoché invariato.

Il calo del debito è dovuta alla riduzione di 5,3 miliardi delle disponibilità liquide del Tesoro(da 94,8 miliardi di fine luglio a 89,5; erano pari a 65,1 miliardi ad agosto 2018), che ha più che compensato il fabbisogno(2,3 miliardi); gli scarti e i premi all’emissione e al rimborso, la rivalutazione dei titoli indicizzati all’inflazione e la variazione dei tassi di cambio hanno complessivamente ridotto il debito di 0,4 miliardi. Nel mese di agosto 2019 le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato sono state pari a 41,4 miliardi di euro, in calo del 5,3% rispetto al valore registrato nello stesso mese del 2018(43,7 miliardi). Nei primi otto mesi del 2019, le entrate tributarie nel bilancio dello Stato sono state pari a 277,2 miliardi di euro, in calo dell’1,1% rispetto a quelle relative allo stesso periodo del 2018(280,3 miliardi). Il calo dipende quasi interamente dalla proroga all’autunno delle scadenze per i versamenti in autoliquidazione dei contribuenti soggetti agli Indici sintetici di affidabilità fiscale.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

CheBanca! non funziona

Il parcheggio abbandonato dal Comune di Napoli

CheBanca! con problemi tecnici

L’amministrazione del degrado di De Magistris

Inps: 3,3 milioni di lavoratori pubblici nel 2018

La caduta del muro di Berlino