L’ex Villa Russo è diventata una discarica

L'ex Villa Russo di Miano è diventata una discarica abusiva con rifiuti di tutti i tipi, compreso quelli pericolosi. Una bomba ecologica a pochi passi dal centro abitato. Bukaman è sconvolto.

Carcasse d'auto nell'ex Villa Russo di MianoL’ex Villa Russo è diventata una discarica a cielo aperto, una bomba ecologica a pochi passi dal centro abitato. La Casa di Cura di Miano ha chiuso i battenti nel novembre 2010. La struttura della Villa Russo ha una storia bicentenaria alle spalle ed era stata convertita a clinica convenzionata con il S.S.N, specializzandosi nell’assistenza degli anziani e nella cura delle patologie senili e in geriatria. Oggi l’area è in uno stato di totale abbandono. Nei viali dove passeggiavano pazienti, familiari, infermieri e medici ora ci sono rifiuti di tutti i tipi, anche quelli pericolosi.

Alfredo Di Domenico(noto come Bukaman) ha visitato l’area dell’ex Villa Russo ed è rimasto senza parole. Pneumatici, lastre d’amianto, barili di chissà quale contenuto, bidoni di vernice, rifiuti ingombranti vari e addirittura carcasse di automobili e vari parti meccaniche e carrozzeria. Questo è quello che ha trovato il noto supereroe. Uno scempio, una vergogna assoluta che mette a serio rischio la salute dei residenti della zona. L’ex Casa di Cura è diventata una discarica abusiva grazie agli ecocriminali e all’inefficienza delle istituzioni. Il Comune di Napoli usa la solita tattica dello scarica Rifiuti nell'ex Villa Russo a Mianobarile. Il motivo? L’edificio è di proprietà privata e al centro di diverse controversie giuridiche. Gli amministratori comunali hanno preso la palla al balzo per non far nulla. L’assessore dell’Ambiente Raffaele Del Giudice ha dichiarato: “Bisogna attendere i tempi della burocrazia”. Quest’ultima parola è il vero male dell’Italia. Passeranno mesi o anni prima che avvenga qualcosa di concreto. I proprietari hanno negato l’immediata bonifica e messa in sicurezza dell’immobile. La cosa più assurda è che chiunque può accedere nella struttura senza problemi: all’ingresso non c’è nessuno cancello e questo facilita il lavoro degli ecocriminali. A Miano c’è una bomba ecologica tra l’indifferenza generale. L’area dovrebbe essere messa sotto sequestro e controllata 24 ore su 24 con l’esercito per evitare incendi dolosi. C’è in ballo la salute dei cittadini. La chiusura della Villa Russo ha privato il territorio di un importante punto di riferimento sociale e culturale e di molti posti di lavoro, diretti e indiretti. Nessuno immaginava che l’area sarebbe diventata una discarica abusiva.

Pubblicato da Alfredo Di Domenico su Mercoledì 16 ottobre 2019

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

CheBanca! non funziona

Il parcheggio abbandonato dal Comune di Napoli

CheBanca! con problemi tecnici

L’amministrazione del degrado di De Magistris

Inps: 3,3 milioni di lavoratori pubblici nel 2018

La caduta del muro di Berlino