In vigore dazi Stati Uniti contro UE

In vigore i dazi del 25% decisi dall’amministrazione degli Stati Uniti sui prodotti dell’Unione Europea finiti nella black list. Parmigiano reggiano il più colpito dai dazi di Trump.

Parmigiano reggianoIn vigore da oggi(18 ottobre) alle 6 i dazi del 25% decisi dall’amministrazione degli Stati Uniti sui prodotti dell’Unione Europea finiti nella black list e pubblicati sul Federal Register, la Gazzetta ufficiale del governo federale statunitense. Da oggi gli USA possono tassare prodotti europei per 7,5 miliardi di dollari. Diversi i prodotti del made in Italy interessati, come il parmigiano reggiano, grana padano, amari e liquori, e altri formaggi come il gorgonzola. Tassati anche vini francesi, olive greche, whisky scozzese e prodotti tedeschi.

E’ stato il WTO, l’Organizzazione mondiale del commercio, che ha ammesso la misura a compensazione degli aiuti pubblici europei ad Airbus. Una storia destinata a riproporsi in futuro, quando verranno valutati gli analoghi aiuti fatti dagli Stati Uniti nei confronti di Boeing. Le vendite dei prodotti agroalimentari italiani colpiti dai dazi dell’amministrazione Trump subiranno una contrazione pari al 20%. E’ quanto stima Coldiretti. Beni alimentari per un export che vale circa mezzo miliardo di euro. Il dazio per il parmigiano reggiano e per il grana padano passa dai 2,15 dollari a circa 6 dollari al chilo e il prezzo salirà da circa 40 dollari a oltre 45 al chilo, con una conseguente frenata dei consumi. ICE sostiene che i prodotti italiani saranno colpiti da un dazio aggiuntivo di circa 117 milioni di euro. Il colpo più duro lo avrà il parmigiano reggiano, in quanto il 25% dell’impatto complessivo Italia andrà a ricadere proprio sul Re dei Formaggi.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

CheBanca! non funziona

Il parcheggio abbandonato dal Comune di Napoli

CheBanca! con problemi tecnici

L’amministrazione del degrado di De Magistris

Inps: 3,3 milioni di lavoratori pubblici nel 2018

La caduta del muro di Berlino