Inps: 5,8 milioni di pensionati con meno di 1.000 euro al mese

In Italia nel 2018 c’erano 5,8 milioni di pensionati, il 36,3% del totale, che avevano redditi da pensione inferiori o pari a 1.000 euro al mese. E' quello che emerge dall'Osservatorio Inps su prestazioni pensionistiche e beneficiari.

PensionatiLe prestazioni del sistema pensionistico italiano vigenti al 31.12.2018 sono 22.785.711, per un ammontare complessivo annuo di 293,3 miliardi di euro, che corrisponde a un importo medio per prestazione di 12.874 euro. Rispetto al 2017, il numero di prestazioni è diminuito dello 0,1% e il corrispondente importo complessivo annuo è aumentato del 2,2%. In Italia nel 2018 c’erano 5,8 milioni di pensionati, il 36,3% del totale, che avevano redditi da pensione inferiori o pari a 1.000 euro al mese. E’ quello che emerge dal rapporto “Prestazioni pensionistiche e beneficiari del sistema pensionistico italiano” pubblicato dall’Inps.

La spesa pensionistica sostenuta per l’erogazione delle pensioni sotto i mille euro è il 29,4% del totale, mentre la percentuale dei redditi pensionistici corrispondenti ai pensionati più poveri(sotto i 1.000 euro mensili), si dimezza al 13,7%. I beneficiari di prestazioni pensionistiche sono 16.004.503(-0,2% rispetto al 2017); ognuno di loro percepisce in media 1,4 pensioni, anche di diverso tipo, secondo quanto previsto dalla normativa previdenziale vigente. Sebbene le donne rappresentino la quota maggioritaria sul totale dei pensionati(il 52,2%), gli uomini percepiscono il 55,9% dei redditi pensionistici: l’importo medio dei trattamenti percepiti dalle donne è infatti inferiore rispetto a quello degli uomini del 28%(15.474 contro 21.450 euro). La spesa pensionistica italiana relativa all’anno 2018 si distribuisce per il 51% nelle regioni del Nord, per il 28% in quelle del Sud e nelle isole; il restante 21% è erogato a beneficiari residenti nelle regioni del Centro. Il 76,2% delle pensioni ha importi inferiori a 1.500 euro lordi mensili; il restante 23,8% supera i 1.500 euro lordi mensili. I pensionati delle regioni meridionali e delle isole percepiscono importi più bassi rispetto a quelli residenti nelle altre zone geografiche. 285.445 pensionati hanno redditi superiori a 5.000 euro al mese. Sono 373.338 le pensioni liquidate con decorrenza nei primi 9 mesi del 2019 con un crollo delle uscite per vecchiaia(63.926 a fronte delle 141.861 dell’intero 2018) dovuto all’aumento dell'aspettativa di vita di cinque mesi.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

CheBanca! non funziona

Il parcheggio abbandonato dal Comune di Napoli

CheBanca! con problemi tecnici

L’amministrazione del degrado di De Magistris

Inps: 3,3 milioni di lavoratori pubblici nel 2018

La caduta del muro di Berlino