La strategia della clarissa

Di Cristiano Governa e pubblicato da Giunti, "La strategia della clarissa" è un libro ambientato a Bologna con protagonista Carlo Vento, un commissario di polizia che odia il mare e gli investigatori delle serie tv.

La strategia della clarissaLa strategia della clarissa” è un libro di Cristiano Governa e pubblicato da Giunti. Lo scrittore è nato nel 1970 a Bologna, città in cui risiede e lavora. Come giornalista ha collaborato con Il Corriere di Bologna, Il Domani di Bologna, Il Fatto Quotidiano e con l’edizione centro nord de Il Sole 24 Ore. Ha pubblicato il romanzo noir “Il catechista” e le raccolte di racconti “Le lettere cattive” e “Baranowski”. “La strategia della clarissa” è stato pubblicato nel 2019. La prima parte del libro è ambientato a Bologna, poi la storia si sviluppa sulla riviera romagnola.

Il commissario di polizia Carlo Vento ama la buona cucina e le canzoni che hanno almeno trent’anni. Odia il mare e gli investigatori delle serie tv, che risolvono le indagini riflettendo sotto la doccia e hanno bellissime ex pronte a consolarli. Il commissario Vento ha una sorella, Paola, una donna splendida e irrequieta, che per anni ha tenuto una trasmissione musicale in una radio locale e poi si è fatta suora. Clarissa di clausura, ma decisamente anomala. Paola non disdegna l’improperio, i social network, il costume a due pezzi, e ogni settimana esce di nascosto dal convento per andare a cena dal fratello. La sparizione di una quindicenne e una misteriosa richiesta di uccidere fatta a una santa, porta il commissario Vento e sua sorella Paola sulla riviera romagnola. L’indagine è complessa e piena di enigmi. E così, perdendoci tra Bologna e la riviera romagnola, affrontiamo anche noi il viaggio esistenziale dei due fratelli che, tra passato e presente, tra amori che vanno e ritornano, ci porta a indagare su di noi, le nostre paure, i nostri desideri inconsci, il nostro bisogno di affetto e a scoprire alla fine che forse l’unico vero colpevole è dentro di noi e per trovarlo servono un pizzico di ironia e di follia.

Allo scrittore Governa le regole del giallo classico stanno strette e tra le pagine di questo noir nasconde un caustico reportage sulla riviera adriatica, una meditazione sugli amori impossibili, l’incessante ricerca di una fede, di una misteriosa “intimità con il creato” che ci tenga vivi anche quando non c’è più nulla in cui sperare. Non è un giallo tout court ma si capisce che lo scrive uno che ne conosce le regole. Non è un thriller tradizionale, semmai ha robusti elementi noir sapientemente disseminati e una trama nella quale devi entrare con calma ma poi non ne esci più. “La strategia della clarissa” è un libro originale, spiritoso e coraggioso. La figura della clarissa di clausura Paola è uno dei personaggi più divertenti e profondi nei quali mi sia imbattuto come lettore. Bologna e la riviera romagnola sono ritratte con maestria, le interazioni umane descritte con sarcasmo e anima. Lo scrittore Governa ci regala finalmente anche una figura di commissario lontana sia dagli stereotipi dell’eroe che, soprattutto, da quella dell’anti-eroe generalmente depresso, alcolizzato ed inviso ai colleghi. Il commissario Carlo Vento non è altro che la rappresentazione dell’italiano medio incapace di capire il male insito nelle persone e senza nessuna dote intuitiva.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Scampia sommersa dai rifiuti

Taglio dei parlamentari è legge

Scuola chiusa per discarica abusiva

Approvato nota al DEF. Stop aumento IVA

Cgia: Grandi imprese evasione maggiore

Istat: Disoccupazione luglio al 9,5%