Taglio dei parlamentari è legge

Via libera definitivo dell’Aula della Camera al DDL che taglia di 345 seggi il numero dei parlamentari. Il risparmio per i cittadini è di circa 82 milioni di euro all’anno. La riforma cambia il rapporto di rappresentanza tra elettori ed eletti.

Taglio dei parlamentari è leggeVia libera definitivo dell’Aula della Camera al disegno di legge costituzionale che taglia di 345 seggi il numero dei parlamentari. I senatori passeranno da 315 a 200, i deputati da 630 a 400. Il DDL costituzionale è stato approvato a larghissima maggioranza: 553 sì, 14 no e 2 astenuti. Era richiesta la maggioranza assoluta dei componenti dell’Assemblea, pari a 316 voti. Hanno votato a favore 205 deputati del Movimento 5 Stelle su 215 totali. Cinque di loro erano in missione, mentre altri 5 non hanno votato. Hanno votato sì anche PD, LEU, Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia. Sit-in di +Europa, contraria al taglio dei parlamentari.

Il provvedimento sul taglio dei parlamentari riduce i deputati da 630 a 400 e i senatori da 315 a 200, meno 6 quelli eletti all’estero. La riforma di Riccardo Fraccaro(M5S) cambia il rapporto di rappresentanza tra elettori ed eletti: alla Camera ci sarà un deputato per 151.210 abitanti(oggi era 1 per 96.00), al Senato un senatore per 302.420 abitanti(ora 1 ogni 188.424). Lo scrutinio del voto definitivo è stato palese ed essendo una riforma costituzionale, per passare, doveva ottenere la maggioranza assoluta(316 voti). La quota è stata superata nettamente. Si è trattato del quarto voto dopo i due del Senato. Il risparmio per i cittadini è di circa 82 milioni di euro all’anno. Il DDL contiene quattro articoli. I primi tre modificano articoli 56, 57 e 59 della Costituzione, mentre il quarto prevede che la riduzione di deputati e senatori parta “dalla data del primo scioglimento o della prima cessazione delle Camere successiva alla data di entrata in vigore della legge costituzionale”. I capigruppo della maggioranza hanno raggiunto l’intesa sulle riforme che servono da controbilanciamento al taglio dei parlamentari. Firmato il documento di impegno con quattro punti specifici da offrire anche al dialogo con le opposizioni. In sintesi: entro il mese di dicembre progetto di nuova legge elettorale; abbassamento età per voto al Senato; riforma dei Regolamenti parlamentari; possibili interventi costituzionali per attuazione ordinata autonomia differenziata.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Scampia sommersa dai rifiuti

Scuola chiusa per discarica abusiva

Approvato nota al DEF. Stop aumento IVA

Cgia: Grandi imprese evasione maggiore

Istat: Disoccupazione luglio al 9,5%