Consiglio di Stato mette in discussione Monumentando

Il Consiglio di Stato respinge il ricorso del Comune di Napoli e della Uno Outdoor e conferma la sentenza del Tar Campania. Il progetto Monumentando viene messo in discussione.

Il maxi-cartellone che ingabbiava le Torri AragonesiNel 2013 il Comune di Napoli ha lanciato Monumentando, un progetto che prevede il restauro di 27 monumenti a costo zero per la cittadinanza, dato che ciascun restauro è finanziato dagli introiti delle pubblicità affisse sui monumenti durante i lavori. La gara è stata vinta dall’agenzia di pubblicità Uno Outdoor. I lavori sono partiti nel 2016. Fino ad oggi sono stati restaurati 11 monumenti. Tre anni dopo il progetto Monumentando viene messo in discussione da una sentenza del Consiglio di Stato. Il motivo? L’amministrazione comunale non ha applicato la corretta disciplina sulle sponsorizzazioni.

La sentenza del Consiglio di Stato, arrivata ieri mattina(4 novembre) conferma quanto già aveva stabilito il Tar Campania il 27 novembre 2018. Il caso è nato con il restauro delle Torri Aragonesi. Il Comune di Napoli non avrebbe dovuto riconoscere alcun compenso aggiuntivo(sotto forma di prolungamento dei tempi dell’esposizione pubblicitaria) ad Uno Outdoor per gli ulteriori lavori di consolidamento delle Torri Aragonesi imposti dalla Soprintendenza dopo il crollo di un tratto del paramento lapideo di una delle torri. Il ricorso al Tar Campania era stato fatto dall’associazione culturale Mario Brancaccio e dalle imprese di pubblicità Avner Lavi Holdings Ltd e The Wall Media srl. I giudici avevano dato ragione a loro. Non era giustificata la pretesa di Uno Outdoor(riconosciuta dal Comune di Napoli) di esporre per altri undici mesi i tabelloni pubblicitari per fare fronte alla ulteriore spesa di circa 715 mila euro determinata dai lavori di consolidamento resisi necessari dopo il cedimento di alcune parti degli edifici. Tra l’altro, l’amministrazione comunale avrebbe dovuto fare un nuovo bando per quei lavori aggiuntivi. Dopo la sentenza del Tar Campania, il Comune di Napoli e Uno Outdoor si erano rivolti al Consiglio di Stato. La sentenza definitiva mette in discussione l’intero progetto Monumentando. L’avvocato Gaetano Brancaccio ha dichiarato: “Il Consiglio di Stato stabilisce in maniera inappellabile che l’operazione Monumentando non rispetta il decreto del 19 dicembre 2012 che è alla base di tutte le corrette sponsorizzazioni. E neppure le linee guida del ministero. Insomma tutte le regole sono state stravolte”. Con il progetto Monumentando sono stati restaurati questi monumenti:

  1. Fontana del Carciofo
  2. Fontane del Seguro di piazza Mercato
  3. Fontana Spina Corona
  4. Monumento ad Armando Diaz
  5. Monumento ai caduti a Pianura
  6. Statua San Gaetano a piazza San Gaetano
  7. Obelisco di Portosalvo
  8. Fontana della Maruzza
  9. Monumento ai Caduti del mare in Piazza Vittoria
  10. Ponte levatoio di Castel Nuovo(completato in parte)
  11. Ponte di Chiaia a via Chiaia

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

CheBanca! non funziona

Il parcheggio abbandonato dal Comune di Napoli

CheBanca! con problemi tecnici

L’amministrazione del degrado di De Magistris

Inps: 3,3 milioni di lavoratori pubblici nel 2018

La caduta del muro di Berlino