Il parcheggio abbandonato dal Comune di Napoli

A Chiaiano c'è un parcheggio del Comune di Napoli abbandonato dal 2009. La struttura è stata cannibalizzata dai vandali e trasformata in una discarica di rifiuti speciali. L'amministrazione De Magistris ha chiesto i fondi al Ministero delle Infrastrutture per ripristinare il parcheggio.

Il parcheggio del centro polifunzionale Villa Nestore nel 2009“Prossima apertura. Garage diurno e notturno. Parcheggio a ore dalle 8 alle 24. € 1,00”. Questo era il cartello esposto nel dicembre 2009(foto trovata su Google Maps) all’esterno del parcheggio situato nei pressi del centro polifunzionale Villa Nestore a Chiaiano, zona nord di Napoli. La struttura di proprietà del Comune non ha mai aperto e attualmente è in stato di abbandono.

Il parcheggio si trova a circa 300 metri dalla stazione della Linea 1 e potrebbe ospitare 700 auto di pendolari che ogni giorno prendono la metropolitana per arrivare al centro. Il maxiparcheggio del Comune di Napoli giace incredibilmente abbandonato da oltre dieci anni. La struttura è stata cannibalizzata dai vandali e trasformata in una discarica di rifiuti speciali. Il giornalista Antonio Folle, in un articolo per “Il Mattino”, scrive: “Le tubature metalliche sono state in parte asportate. I locali che avrebbero dovuto ospitare i custodi e gli uffici sono letteralmente in polvere. Le mura sono state abbattute a colpi di mazza e oggi anche il solo affacciarsi sulle scale che collegano i due piani è estremamente pericoloso. Le grate che in origine servivano allo scolo delle acque piovane sono state rubate e Il parcheggio del centro polifunzionale Villa Nestore nel 2019ora i profondi canali di scolo sono pericolosamente scoperti. A peggiorare ulteriormente la situazione è la presenza di un enorme cumulo di lastroni di amianto in disfacimento”.

Gli investimenti necessari a bonificare e recuperare il parcheggio abbandonato sono probabilmente al di sopra delle possibilità del Comune di Napoli. Per questo motivo l’amministrazione arancione di Luigi De Magistris ha chiesto i fondi al Ministero delle Infrastrutture. Il piano prevede anche la ristrutturazione di via Luigi Compagnone e Cupa Carderito per migliorare l’accesso al parcheggio. I primi 70 mila euro serviranno ad avviare la progettazione di fattibilità per il ripristino del parcheggio abbandonato di Chiaiano. In poche parole si pagheranno dei professionisti(amici degli amici?) per fare una valutazione sistematica delle caratteristiche, dei costi e dei possibili risultati del progetto. Il che significa che il recupero del parcheggio potrebbe essere abbandonato se non fosse conveniente dal punto di vista economico. Una domanda sorge spontanea: perché il Comune di Napoli si ricorda del parcheggio solo oggi? Eppure bastava poco per salvaguardare la struttura dai vandali. Questa è l’ennesima pagina indecorosa dell’amministrazione comunale.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Intesa Sanpaolo non funziona

Il salvataggio di Alitalia

Inaugurata l’area nord di piazza Garibaldi

Unicredit taglia 8 mila posti di lavoro

CheBanca! con problemi tecnici

Istat: Lettori di libri stabili in Italia