Regione Campania non approva convenzione. Navigator senza lavoro

I navigator in Campania restano senza un lavoro. La Regione non ha approvato la convenzione con l'Anpal. Lo scorso 17 ottobre il governatore Vincenzo De Luca aveva diffuso a mezzo stampa sui media un impegno sottoscritto per risolvere la questione navigator.

Vincenzo De LucaContinua la guerra ai navigator del governatore Vincenzo De Luca. La giunta regionale della Campania non ha approvato la convenzione tra Anpal Servizi e Regione che definiva le modalità di assistenza tecnica dei navigator. Per questo motivo l’Anpal non può procedere all’assunzione dei 471 navigator campani vincitori della selezione pubblica. Una vicenda incredibile, che fa capire come il governatore De Luca stia usando questa vicenda per scopri propagandistici. Le attività dei navigator sono state avviate nelle altre 19 Regioni un attimo dopo la stipula della convenzione.

Queste figure servono nei centri per l’impiego per aiutare i beneficiari del reddito di cittadinanza a trovare un impiego o per iniziare un percorso di formazione. In Campania, invece, i navigator restano senza lavoro con la conseguenza che i beneficiari del reddito di cittadinanza stanno a casa senza far nulla. Il 17 ottobre 2019 il presidente De Luca aveva diffuso a mezzo stampa sui media un impegno sottoscritto per risolvere la questione navigator. Alle parole “propagandistiche” non sono seguite i fatti e 471 persone non possono iniziare a lavorare. L’Anpal scrive: “E’ un accordo irraggiungibile. In questi 15 giorni abbiamo accolto le molteplici modifiche richieste dagli uffici regionali per favorire l’avvio delle attività. Dobbiamo constatare che all’impegno sottoscritto non corrisponda la volontà fattuale del presidente De Luca di far partire le attività dei navigator in Regione Campania”. La guerra contro i navigator del governatore è sconcertante. Il lavoro non può essere oggetto di una presa in giro, ancora di più in una terra come la Campania. La stessa fine dei navigator la faranno i vincitori del concorso Piano per il Lavoro: 45 giorni dopo la conclusione delle prove non sono stati ancora pubblicati i risultati della preselezione. Tra l’altro stiamo parlando di un concorso per un tirocinio di 24 mesi che non prevede nessun obbligo di assunzione per gli enti locali. In poche parole il Piano per il Lavoro è la vecchia work experience fatta da Antonio Bassolino nel 2007. La Regione Campania fa un concorso per un tirocinio e i Comuni dovrebbero fare le assunzioni. Una cosa quasi impossibile, dato che molti Comuni della Regione sono in dissesto finanziario.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

CheBanca! non funziona

Il parcheggio abbandonato dal Comune di Napoli

CheBanca! con problemi tecnici

L’amministrazione del degrado di De Magistris

Inps: 3,3 milioni di lavoratori pubblici nel 2018

La caduta del muro di Berlino