Voragine in via Masoni

La tempesta che si è abbattuta su Napoli ha creato gravi danni. In via Masoni si è aperta una voragine. Sgomberate circa 200 persone. Gli sfollati temono di essere abbandonati dal Comune di Napoli.

Voragine in via MasoniNapoli è una città al collasso. La tempesta che si è abbattuta sulla città nelle ultime ore ha creato gravi danni. In via Masoni si è aperta una voragine, all’altezza dei civici 46 e 63. Lo sprofondamento si è verificato su un tratto appena interessato dai lavori di rifacimento del manto stradale. Proprio ieri(12 novembre) era intervenuti i Vigili del Fuoco e Protezione Civile per uno avvallamento nello stesso posto.

La strada era stata chiusa per consentire agli operai di ABC di intervenire sulla condotta idrica e fognaria. Gli operai hanno lavorato fino a tarda ora, poi hanno dovuto interrompere le operazioni per la pioggia. Il violento acquazzone ha provocato una frana all’interno dell’area cantiere. Questa è una prima ricostruzione data ai cronisti dai cittadini della zona. Saranno le indagini a scoprire quali sono state le cause della voragine in via Masoni. Sono circa 200 le persone sgomberate. L’evacuazione si è resa necessaria per l’ampiezza e la profondità di una voragine che sembra causata da una bomba. Ora il problema è trovare una sistemazione per le 52 famiglie sfollate. Uno dei cittadini ha dichiarato: “Non abbiamo acqua, non c’è corrente, non abbiamo nemmeno un bagno dove poter fare qualche bisogno. Siamo completamente abbandonati al nostro destino e stiamo aspettando di capire se il Comune di Napoli potrà trovare un alloggio provvisorio per le prossime notti”. Non vorrei che gli sfollati di via Masoni facessero la stessa fine di quelli di Cavalleggeri. La città che si professa dell’accoglienza deve dare una sistemazione adeguata alle 52 famiglie. La chiusura di via Masoni provocherà gravi danni alla viabilità della città.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Intesa Sanpaolo non funziona

Il salvataggio di Alitalia

Inaugurata l’area nord di piazza Garibaldi

Unicredit taglia 8 mila posti di lavoro

CheBanca! con problemi tecnici

Istat: Lettori di libri stabili in Italia