Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2020

Eurispes: Centro-Nord ha sottratto 840 miliardi al Sud

Immagine
Dall’Unità d’Italia ad oggi media e leghisti descrivono il Sud come la sanguisuga del resto del Paese. Questa è una spudorata menzogna, confermata oggi(31 gennaio) dal 32esimo “Rapporto Italia” pubblicato dall’Eurispes. Il Centro-Nord ha sottratto 840 miliardi di euro al Sud. Nel 2018 il PIL del Sud è cresciuto dello 0,6%, rispetto allo 0,9% del Centro-Nord. Quanto lo Stato destina alle due diverse parti del Paese in termini di spesa pubblica allargata? Nel 2016 lo Stato italiano ha speso 15.062 euro pro capite al Centro-Nord e 12.040 euro pro capite al Meridione. In altre parole, ciascun cittadino meridionale ha ricevuto in media 3.022 euro in meno rispetto a un suo connazionale residente al Centro-Nord.

Il tram torna in servizio dopo 4 anni

Immagine
A Napoli torna in servizio la“storica” Linea 1 dei tram dopo 4 anni di attesa. Il servizio tranviario era stato sospeso nel 2016 a causa dei lavori in via Marina e per l’apertura del cantiere della metropolitana all’emiciclo di Poggioreale. Alla corsa inaugurale hanno preso parte il vicesindaco Enrico Panini, l’assessore Alessandra Clemente, l’ex assessore Mario Calabrese, l’amministratore ANM Nicola Pascale e di Napoli Holding Amedeo Manzo.

Inail: Morti bianche -3,9% nel 2019

Immagine
In Italia si continua a morire sul luogo di lavoro. Il numero delle morti bianche è calato del 3,9% nel 2019. E’ quanto emerge dai dati provvisori pubblicati dall’Inail. Tra il primo gennaio e il 31 dicembre, sono stati denunciati 641.638 incidenti, 915 in più rispetto alle 640.723 del 2018(+0,1%). Il lieve aumento delle denunce è legato esclusivamente alla componente femminile, che registra un +0,5%(da 228.762 a 229.865 denunce), a differenza di quella maschile, in diminuzione dello 0,05%(da 411.961 a 411.773). In crescita le patologie di origine professionale, che sono state 61.310(+2,9% in più rispetto all’anno precedente). Nel 2019 le morti bianche sono state 1.089, 44 in meno rispetto alle 1.133 del 2018.

Istat: Disoccupazione dicembre al 9,8%

Immagine
Oggi(30 gennaio), l’Istat ha pubblicato i dati sul lavoro in Italia. Nel mese di dicembre 2019 il tasso di disoccupazione è al 9,8%, stabile rispetto al mese precedente e in calo di 0,5% punti percentuali nei dodici mesi. La disoccupazione resta sotto il 10% per l’ottavo mese consecutivo. Il numero dei disoccupati, pari a 2.547 mila, aumenta dello 0,1% rispetto a novembre 2019(+2 mila) e cala del 5,3% su base annua(-143 mila). La lieve crescita delle persone in cerca di lavoro si registra tra gli uomini(+2,2%, pari a +28 mila unità) e tra gli under50, a fronte di una diminuzione tra le donne(-2,2%, pari a -27 mila unità) e gli ultracinquantenni.

Il terrore per coronavirus produrrà vaccino

Immagine
Continua il terrore mediatico per il  coronavirus, l’infezione polmonare identificata per la prima volta il 31 dicembre 2019 a Wuhan, la più popolosa città della Cina centrale. I nuovi casi di coronavirus sono finora 1.459, meno dei 2.077 registrati lunedì, a segnalare un possibile inizio del rallentamento del contagio. Lo scopritore del coronavirus Sars stima in 10 giorni il tempo per l’acme epidemico. In totale sono 9.239 i casi sospetti; 103 persone hanno superato l’infezione e sono state dimesse. Il totale dei morti in Cina è salito a 132.

Comune di Napoli a rischio default

Immagine
Il Comune di Napoli è a rischio default. La Corte Costituzionale con sentenza n.4 del 2020 ha bocciato un artifizio finanziario fatto dall’amministrazione guidata dal sindaco Luigi De Magistris. Il Comune di Napoli ha usato le risorse ottenute dal Governo e da Cassa Depositi e Prestiti(pari a 1,1 miliardi di euro) per modificare il risultato di amministrazione ed assicurarsi nuove forme di copertura della spesa. Peccato che quei soldi dovevano servire per far fronte ai debiti accumulati. Per questo motivo la Corte Costituzionale ha ritenuto l’operazione illegittima e anticostituzionale.

Referendum taglio parlamentari il 29 marzo 2020

Immagine
Il governo propone come data del referendum sul taglio dei parlamentari il 29 marzo 2020. L’indicazione è arrivata durante la riunione del Consiglio dei ministri. Il referendum confermativo per le leggi costituzionali è disciplinato dall’articolo 138 della Costituzione. A chiedere il referendum possono essere 5 mila elettori, 5 Consigli regionali o un quinto dei membri di una delle Camere(126 deputati o 64 senatori). In questo caso si è arrivati al referendum per “colpa” di 71 senatori, contrari al disegno di legge costituzionale che taglia il numero dei parlamentari di 345 seggi.

Un impianto di compostaggio a Ponticelli

Immagine
Il Comune di Napoli consegna con due anni di ritardo il progetto definitivo per la costruzione dell’impianto di compostaggio in via de Roberto, nel quartiere di Ponticelli. Il progetto prevede la realizzazione di un impianto per la produzione di compost di qualità e di Biometano(40.000 t/anno). Il costo è di 23,6 milioni di euro ricavati da un finanziamento della Regione Campania. Il piano regionale dei rifiuti del 2016 ha messo a disposizione dei Comuni un totale di 220 milioni di euro per la realizzazione di 15 impianti. Il progetto dell’impianto di compostaggio di Ponticelli garantisce lo smaltimento per una parte della frazione organica dei rifiuti solidi urbani(FORSU), raccolta in maniera differenziata. In questo modo si riduce la dipendenza dal mercato esterno permettendo una riduzione dei costi.

Elezioni Emilia Romagna e Calabria 2020: La disfatta del M5S

Immagine
Le elezioni regionali in Emilia Romagna e Calabria hanno decretato la disfatta del Movimento 5 Stelle. Il movimento, che sta al governo dal 2018, ha perso voti in entrambi le regioni. Ma andiamo con ordine. In Emilia Romagna l’affluenza è stata del 67,67%, 30 punti in più rispetto al 37,76% della precedente consultazione di riferimento del 2014. In Calabria, invece, sono andati alle urne il 44,32% degli aventi diritto, il dato è in linea con le elezioni regionali del 2014(44,16%). Si può che nella regione del Sud non è andato a votare una persona su due.

Nel 2018 spesi 106,8 miliardi per gioco d’azzardo

Immagine
La crisi economica ha fatto diventare gli italiani dei giocatori d’azzardo. Sono in crescita coloro che tentano la fortuna con lotteria, superenalotto, gratta e vinci e altre cose svuota portafoglio. La raccolta complessiva dell’industria del gioco d’azzardo nel 2018 è stata di 106,8 miliardi di euro, 5 miliardi in più rispetto al 2017. E’ quello che emerge dai dati pubblicati sul “libro blu” dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli(Aams). Una cifra pari a più di tre manovre finanziarie, più di quanto speso per sanità o istruzione. Tanto per avere un riferimento, il governo Movimento 5 Stelle-PD ha approvato una manovra economica da 32 miliardi di euro per il 2020.

Marattin consiglia la deportazione ai giovani del Sud

Immagine
Ieri(23 gennaio) a “Piazza Pulita” si è tornato a parlare dell’efficacia del reddito di cittadinanza. Il programma in onda su La 7 è da mesi che fa una battaglia contro la misura introdotta dal governo Conte I. Tra gli ospite c’era anche Luigi Marattin, deputato di Italia Viva, consigliere economico di Matteo Renzi ed ex presidente della commissione fabbisogni standard, quella commissione che applicò le famose variabili dummy. Il renziano consiglia la deportazione ai giovani del Sud che cercano un lavoro. Ma andiamo con ordine.

Servizi Inps con Carta di Identità Elettronica

Immagine
Da oggi è possibile accedere ad alcuni servizi online dell’Inps per chi è in possesso della Carta di Identità Elettronica(CIE), il documento rilasciato dal ministero dell’Interno e prodotto dal Poligrafico. Prima era possibile accedere solo con le credenziali PIN, CNS e SPID. “Con la CIE si ampliano le modalità attraverso cui il cittadino può accedere ai nostri servizi”, spiega il presidente Inps Pasquale Tridico.

L’epidemia in Cina. Virus arrivato all’uomo dai serpenti

Immagine
Aumentano numero delle vittime e casi di contagio in Cina, per il virus simile alla SARS. Si pensa che il Coronavirus 2019-nCOV, che si manifesta con sintomi polmonari, sia passato dagli animali all'uomo in un mercato di Wuhan. I morti sono 25 e i casi accertati di contagio sono saliti a 616, tra cui 95 gravi. Febbre, difficoltà respiratoria, tosse, dolori muscolari, cefalea tra i sintomi. Il nuovo virus, con focolaio nella città cinese di Wuhan, è stato individuato anche in Thailandia, Corea del Sud, Giappone e Taiwan. Un caso è stato segnalato anche negli Stati Uniti. Pechino e Macao ha annullato i festeggiamenti per il Capodanno a causa dell’emergenza del Coronavirus.

Perché non apre tratta Piscinola-Colli Aminei della Linea 1?

Immagine
Sono passati otto giorni dall’incidente che ha coinvolto tre treni sulla Linea 1 della metropolitana di Napoli. L’Azienda Napoletana Mobilità(ANM) ha ripristinato il servizio sulla tratta Colli Aminei-Dante il giorno dopo lo scontro. Dal weekend della scorsa settimana la circolazione dei convogli è stata estesa fino alla stazione Garibaldi. La tratta all’aperto Piscinola-Colli Aminei resta ancora chiusa. Il disservizio sta creando tantissimi disagi ai pendolari della zona nord della città.

Cassa ticket chiusa al distretto 28 dell’Asl Napoli 1

Immagine
A Napoli è diventato un’impresa pagare il ticket sanitario. Da alcuni giorni è chiusa la cassa ticket nel distretto 28 dell’Asl Napoli 1. Lo scorso 13 gennaio sono andato per fare degli esami del sangue a mia madre. Appena entrato nella sala d’attesa ho notato che non c’era nessuno, poi ho visto che la cassa ticket era chiusa. Ho bestemmiato come un pazzo. Non è la prima volta che capita questo disservizio nel distretto 28 dell’Asl Napoli 1. Nel mese di giugno del 2018 la cassa ticket restava aperta solo il lunedì, il mercoledì e il venerdì dalle 8:30 alle 12. Una cosa inammissibile in una città dell’Unione Europea.

Un motorino abbandonato sulla scalinata storica

Immagine
A Napoli la manutenzione ordinaria è diventata un optional. Strade, verde pubblico, cimiteri e percorsi storici sono in uno stato di vergognoso degrado da quando a Palazzo San Giacomo è arrivato Luigi De Magistris. Alfredo Di Domenico(noto come Bukaman) ha più volte segnalato la mancata manutenzione delle scalinate storiche, tra cui quella di vico santa Maria delle grazie. Questo percorso turistico collega il tondo di Capodimonte all’entrata di Porta Piccola, una piazza che sta di fronte all’entrata principale del Parco di Capodimonte. E’ un percorso quasi obbligato per i turisti che visitano Napoli.

Oxfam: 22 persone detengono più ricchezza di tutte le donne africane

Immagine
La disuguaglianza economica è un fenomeno ormai fuori controllo nel mondo. Nel 2019 i 2.153 miliardari della Lista Forbes possedevano più ricchezza di 4,6 miliardi di persone. I 22 uomini più ricchi del mondo avevano più ricchezza di tutte le donne africane. Questo è quello che emerge dal rapporto Oxfam “Time to care” riferito al primo semestre 2019 e diramato alla vigilia dell’Annual Meeting del World Economic Forum di Davos. La ricchezza globale, in crescita tra giugno 2018 e giugno 2019, resta fortemente concentrata al vertice della piramide distributiva: l’1% più ricco deteneva più del doppio della ricchezza netta posseduta da 6,9 miliardi di persone.

Garante privacy sanziona Eni Gas e Luce

Immagine
Il Garante per la privacy ha applicato a Eni Gas e Luce due sanzioni per 11,5 milioni di euro complessivi, riguardanti rispettivamente trattamenti illeciti di dati personali nell’ambito di attività promozionali e attivazione di contratti non richiesti. Le sanzioni sono state determinate tenendo conto dei parametri indicati nel Regolamento UE. Eni Gas e Luce si riserva di presentare ricorso.

Vela verde demolita entro il 18 febbraio 2020

Immagine
Il cantiere per l’abbattimento della Vela verde è stato inaugurato dal sindaco Luigi De Magistris il 13 maggio 2019. Otto mesi dopo l’orrendo palazzo è ancora in bella mostra. Per fortuna la burocrazia sembra fare il suo corso e la demolizione della Vela verde dovrebbe avvenire entro il 18 febbraio 2020. All’inizio del prossimo mese arriverà la gru Pmi tipo 980 super long demolition da Reggio Calabria. La “pinza”(così viene chiamata) pesa 130 tonnellate e può arrivare a 52 metri di altezza.

La sciocchezza di De Luca sui treni EAV

Immagine
L’incidente sulla Linea 1 della metropolitana di Napoli ha costretto l’Azienda Napoletana Mobilità(ANM) a ridurre il servizio nella tratta Colli Aminei-Dante. Il problema non sono solo le verifiche tecniche in corso nel punto dove si sono scontrati i due treni, ma anche la carenza di materiale rotabile. Sulla Linea 1 ora circolano solo 6 convogli, un altro treno sarà disponibile nei prossimi giorni. Difficile coprire l’intera tratta Piscinola-Dante con solo 7 treni. Ieri(15 gennaio) Vincenzo De Luca è entrato a gambe tesa sul problema dicendo una sciocchezza cosmica.

Istat: Spesa pensioni al 16,6% del PIL nel 2018

Immagine
Nel 2018 la spesa per le pensioni è stata di 293 miliardi di euro, in aumento del 2,2% rispetto al 2017. Lo comunica l’Istat nel rapporto “Condizioni di vita dei pensionati”. L’incidenza della spesa sul PIL è stata pari al 16,6%, in crescita dello 0,1% rispetto all’anno precedente. I pensionati nel 2018 sono 16.004.503. Il 36,3% riceve meno di 1.000 euro lordi, il 12,2% non supera i 500 mensili. Nel 2018 ci sono 606 pensionati da lavoro ogni 1.000 persone occupate, erano 683 nel 2000. Il 91% della spesa per pensioni(pari a 265 miliardi) è destinata alle pensioni IVS(invalidità, vecchiaia e superstiti), legate a un pregresso contributivo proprio o di un familiare, a cui si aggiungono 4,2 miliardi erogati a copertura di 716 mila rendite dirette e indirette erogate per infortuni sul lavoro e malattie professionali.

Bankitalia: Debito pubblico a 2.444,6 miliardi

Immagine
La Banca d’Italia ha diramato il supplemento al Bollettino di Finanza Pubblica. A novembre 2019 il debito pubblico italiano si è attestato a 2.444,6 miliardi di euro, in calo di 2,2 miliardi rispetto ad ottobre 2019. Il debito delle amministrazioni centrali è diminuito di 2,1 miliardi e quello delle amministrazioni locali di 0,1 miliardi. Il debito degli enti di previdenza è rimasto pressoché invariato.

ANM taglia fuori la zona nord

Immagine
L’incidente di ieri(14 gennaio) sulla Linea 1 di Napoli ha creato molti disagi ai pendolari. Come avevo previsto, oggi la metropolitana è tornata a funzionare in modo “azzoppato”. L’Azienda Napoletana Mobilità(ANM) ha deciso di tagliare fuori la zona nord della città: la Linea 1 parte dai Colli Aminei e arriva fino a piazza Dante. E’ stato istituita la linea 602 per portare la gente da piazza Dante a piazza Garibaldi. Situazione drammatica invece nella zona nord di Napoli.

Incidente sulla Linea 1 di Napoli

Immagine
A Napoli piove sul bagnato. Tre treni della Linea 1 della metropolitana si sono scontrati intorno alle 7:45 di oggi(14 gennaio). 17 i feriti, cinque in condizioni gravi ma non in pericolo di vita. L’incidente si è verificato nel punto in cui i treni salgono dal deposito di Piscinola ed entrano nella tratta principale. Un treno partito dal deposito si è immesso sul binario 1 e si è scontrato con un altro convoglio che stava andando alla stazione di Piscinola.

Emergenza rifiuti causata dalla carenza di impianti

Immagine
Vincenzo De Luca ha scoperto che a Napoli c’è l’emergenza rifiuti. Sulla sua pagina Facebook ha pubblicato un video in cui dice che è rimasto impressionato dai rifiuti presenti a Scampia. Il governatore della Campania parla come uno che viene da un’altra nazione. La verità è che De Luca ha le stesse responsabilità del sindaco Luigi De Magistris per l’emergenza rifiuti. Il motivo? In Campania c’è una carenza di impianti nota da anni.

L’allenatore del Malaga e la battuta di Iannicelli

Immagine
La vicenda tragicomica dell’allenatore del Malaga è arrivata a Campania Sport. Il conduttore Umberto Chiariello ha citato il “caso” nella puntata dell’11 gennaio 2020 e il giornalista Peppe Iannicelli ha preso la palla al volo per fare una battuta. Ma andiamo con ordine. Il Malaga è una squadra spagnola che milita in Segunda División e che rischia di retrocedere. L’allenatore Victor Sanche del Amo è stato messo in discussione per gli scarsi risultati, lui ha risposto diffondendo sui social un video “strano”.

A rischio 400 lavoratori Auchan in Campania

Immagine
Nel 2019 Conad ha siglato un accordo con Auchan Retail per l’acquisizione della quasi totalità delle sue attività in Italia. I 1.600 punti vendita di Auchan Retail Italia sono passati alla rete Conad. La mega acquisizione ha portato 3.100 esuberi in tutto il Paese. Un 2020 che per i dipendenti Auchan comincia tutto in salita. In Lombardia 28 punti vendita Auchan sono passati da Conad a Carrefour per salvaguardare i posti di lavoro. In Campania invece sono a rischio400 lavoratori, vale a dire la metà dei dipendenti presenti nei quattro punti vendita di Giugliano, Mugnano, Nola e Pompei.

L’uomo che inseguiva la sua ombra

Immagine
L’uomo che inseguiva la sua ombra” è un libro di David Lagercrantz e pubblicato da Marsilio. L’autore è un affermato scrittore e giornalista nato a Solna nel 1962 e che vive e lavora a Stoccolma. Oltre alla celebre biografia “Io, Ibra” sulla vita di Zlatan Ibrahimovic´, ha pubblicato diversi romanzi, tra cui “La caduta di un uomo. Indagine sulla morte di Alan Turing” e “Il cielo sopra l’Everest”. Con il romanzo “Quello che non uccide” ha continuato la trilogia “Millennium” del compianto Stieg Larsson. “L’uomo che inseguiva la sua ombra” è il quinto capitolo ed è stato pubblicato nel 2017.

La bufala dei rifiuti aumentati per colpa dei turisti

Immagine
Napoli è di nuovo sommersa dai rifiuti. La spazzatura è tornata ad accumularsi in ogni zona, compresa in quelle dove viene fatta la differenziata. Qualche settimana fa il sindaco Luigi De Magistris affermò che i rifiuti erano aumentati a causa dai turisti. Una cosa simile l’ha detta oggi(9 gennaio) Gabriele Gargano, amministratore unico di Sapna. Secondo lui, a Napoli si producono ogni giorno circa 150 tonnellate di rifiuti in più dall'indotto turistico. Sfatiamo una volta e per tutta questa bufala.

Istat: Disoccupazione novembre al 9,7%

Immagine
Oggi(9 gennaio), l’Istat ha pubblicato i dati sul lavoro in Italia. Nel mese di novembre 2019 il tasso di disoccupazione è al 9,7%, stabile rispetto al mese precedente e in calo di 0,8% punti percentuali nei dodici mesi. La disoccupazione resta sotto il 10% per il settimo mese consecutivo. Il numero dei disoccupati, pari a 2.535 mila, aumenta dello 0,5% rispetto ad ottobre 2019(+12 mila) e cala del 7,1% su base annua(-194 mila). L’andamento della disoccupazione è sintesi di un aumento per gli uomini(+1,2%, pari a +15 mila unità) e di una lieve diminuzione tra la donne(-0,2%, pari a -3 mila unità); crescono i disoccupati under 35, diminuiscono lievemente i 35-49enni e risultano stabili gli ultracinquantenni.

Zona nord di Napoli abbandonata dall’ANM

Immagine
A Napoli sai quando esci di casa ma non quando ritorni. Tutta colpa del trasporto pubblico locale, diventato sotto l’amministrazione De Magistris simile a quello del Terzo Mondo. Senza contare che la zona nord di Napoli è senza trasporto pubblico. L’Azienda Napoletana Mobilità(ANM) ha abbandonato Scampiariducendo le corse giornaliere e non mettendo una linea circolare sostitutiva alla 180. Dopo diversi mesi ho usufruito nuovamente del “servizio” offerto dall’ANM.

Comune di Napoli incassa il 16,4% delle multe

Immagine
Il Comune di Napoli ha il bilancio in rosso e si permette il lusso di non riscuotere le multe per infrazioni al Codice della strada. L’amministrazione comunale ha iscritto a Bilancio multe per 152.747.276 euro ma solo una minima parte è finita realmente nelle casse di Palazzo San Giacomo. In totale il Comune di Napoli ha incassato solo 25.076.192 euro, pari al 16,4% della cifra messa a Bilancio. Una circostanza che accomuna il capoluogo della Campania ad altre realtà del Mezzogiorno.

Sbarchi migranti in calo nel 2019

Immagine
Il 2016 è ricordato per il record di sbarchi dei migranti sulle coste dell’Italia, mentre l’anno appena chiuso ha proseguito la tendenza iniziata nel luglio 2017 grazie all’entrata in vigore del codice di condotta per le Organizzazioni Non Governative(ONG) nel Mediterraneo. Gli sbarchi sulle coste italiane hanno registrato nel 2019 un decremento complessivo del 50,92% rispetto al 2018. Dal primo gennaio 2019 al 31 dicembre 2019 sono stati 11.471 i migranti giunti sulle coste italiane. Nel 2018 sbarcarono 23.370 persone. I dati sono forniti dal ministero dell’Interno.

Berlusconi politico italiano più ricco

Immagine
Silvio Berlusconi si conferma il politico italiano più ricco. Per l’anno 2018 il leader di Forza Italia ha dichiarato un reddito di 48.022.126 euro. Rispetto all’anno precedente la cifra è sostanzialmente invariata. Il secondo posto dei politici più ricchi va a Giulia Bongiorno con oltre 2.403.773 euro, in flessione rispetto al 2017. Terzo in classifica Matteo Renzi, con 796.281 euro. Per il leader di Italia Viva si tratta di un enorme balza in avanti, visto che nel 2017 aveva dichiarato un reddito di 29.315 euro.

Fragile è la notte

Immagine
Fragile è la notte” è un libro di Angelo Petrella e pubblicato da Marsilio. Lo scrittore è nato a Napoli nel 1978. Ha vissuto a Roma, a Parigi e a Siena, dove ha svolto un dottorato di ricerca. Attualmente risiede a Napoli. Si occupa di critica letteraria, di poesia e di sceneggiatura ed è autore dei noir “Cane rabbioso” e “Nazi Paradise”. “Fragile è la notte” è stato pubblicato nel 2018 ed è il settimo libro dello scrittore napoletano, il primo con protagonista l’ispettore Denis Carbone.

Il 2020 si apre con i rifiuti a Scampia

Immagine
Anno nuovo, emergenza vecchia. Come potete vedere dalla foto scatta da Alfredo Di Domenico(noto come Bukaman), il 2020 si apre con i rifiuti a Scampia. La spazzatura è tornata ad accumularsi in ogni zona, compresa in quelle dove viene fatta la differenziata. La gente si è stancata dell’inefficienza dell’amministrazione comunale. Lo scorso 30 dicembre un gruppo di cittadini è sceso in strada e ha rovesciato i cassonetti dei rifiuti sull’asfalto, vuotandone il contenuto e creando un blocco stradale.

La cazzata di Renzi sul Reddito di cittadinanza

Immagine
Matteo Renzi è tornato a sparare cazzate a raffica. Il leader di Italia Morta(ops Viva) ha rilasciato un’intervista al quotidiano “La Stampa” in cui ha sparlato nuovamente del Reddito di cittadinanza, la misura introdotta nel 2019 dal governo Movimento 5 Stelle/Lega. Renzi ha dichiarato: “Che il Reddito di cittadinanza sia un sussidio che non funziona, lo dice la Guardia di Finanza, ma ormai lo stanno capendo tutti”. Cosa significa?