Aeroporto di Capodichino problema per Napoli

Ogni 5 minuti decolla una aereo dall’aeroporto di Capodichino. Il rumore dei motori è assordante. L’aeroporto è diventato un problema per Napoli.

Un aereo della United Airlines all'aeroporto di CapodichinoIl 2 maggio 2022 c’è stata la grande ripartenza del volo diretto giornaliero Napoli-New York/Newark. Il primo Boeing 767-300 della United Airlines è partito dall’aeroporto di Capodichino di Napoli in perfetto orario. Il collegamento Napoli-New York/Newark sarà operativo fino al 29 ottobre 2022. L’aeroporto di Capodichino è diventato un problema per Napoli.

Le partenze e gli arrivi erano arrivati a livelli insostenibili nell’era pre-Covid. In tanti si lamentavano dell’inquinamento acustico e ambientale provocato dai decolli e dall’atterraggio degli aerei all’aeroporto di Capodichino. Il calo dovuto alla pandemia Covid aveva fatto passare in secondo piano questo problema. Con la ripresa dei viaggi sono aumentati gli aerei che sorvolano Napoli. Vado almeno una volta a settimana nel Real Bosco di Capodimonte e ho notato che ogni 5 minuti decolla una aereo dall’aeroporto di Capodichino. Il rumore dei motori è assordante e rovina la quiete nel Real Bosco di Capodimonte. Senza contare l’inquinamento ambientale: ogni aereo in fase di decollo o atterraggio corrisponde a circa mille auto non catalitiche in fase di accelerazione spinta in salita. L’aeroporto di Capodichino è diventato un problema per la città. Non è più tollerabile avere ogni 5 minuti un aereo in fase di decollo o atterraggio.

Napoli è ormai l’unica metropoli in Italia che, in deroga alle più elementari leggi di programmazione urbanistica corretta, continua ad avere uno dei più grandi Aeroporti internazionali di Europa in pieno centro cittadino. Non so quante metropoli abbiano questo problema, con aerei che in fase di decollo e atterraggio passano quasi radenti sul centro cittadino. I primi voli civili dall’aeroporto di Capodichino sono partiti nel 1950. L’infrastruttura è allocata principalmente nel quartiere di San Pietro a Patierno, al confine con i quartieri Poggioreale e a pochi passi dal quartiere San Carlo all’Arena, in una zona denominata Capodichino. Una piccola parte della pista rientra nel comune di Casoria. Tutta la zona è densamente abitata. L’aeroporto di Capodichino dovrebbe diventare un hub secondario per la città di Napoli. Ci sarebbe bisogno di nuovo aeroporto in provincia, lontano dai centri abitati. In passato si era pensato di realizzare un nuovo aeroporto a Grazzanise, ma il progetto non è mai decollato.

Commenti

  1. Gli aeroporti hanno quella che viene chiamata"servitù aeroportuale", la quale implica che non si possa costruire più vicino di xx KM (non ricordo esattamente). purtroppo la norma è disattesa e si sono costruiti intere città dove non si doveva. lamentarsi ora è un pò stupido.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le leggi si cambiano. A Milano hanno costruito un secondo aereoporto. Dovrebbe farlo anche a Napoli. Perchè non decolla il progetto a Grazzanise?

      Elimina

Posta un commento