Fiori sopra l’inferno

Di Ilaria Tuti e pubblicato da Longanesi, “Fiori sopra l’inferno” è un thriller ambientato a Travenì, un paese immaginario del Friuli.

Fiori sopra l'infernoFiori sopra l’inferno” è un libro di Ilaria Tuti e pubblicato da Longanesi. La scrittrice  vive a Gemona del Friuli, in provincia di Udine. Appassionata di pittura, nel tempo libero ha fatto l’illustratrice per una piccola casa editrice. Nel 2014 ha vinto il Premio Gran Giallo Città di Cattolica. “Fiori sopra l’inferno” è il primo libro di Ilaria Tuti ed è stato pubblicato nel 2018. La scrittrice porta nel panorama del thriller italiano una protagonista fuori dagli schemi, il commissario Teresa Battaglia.

La trama porta il lettore nella tranquillità dell’immaginario Travenì, un piccolo paesino delle Dolomiti friulane che viene turbata da una serie di omicidi. Questo è solo l’inizio. Qualcosa di sconvolgente è accaduto, tra queste montagne. Qualcosa che richiede tutta l’abilità investigativa commissario Teresa Battaglia. La protagonista, coadiuvata nell’inchiesta dal novizio ispettore Massimo Marini, con cui si instaura da subito un rapporto molto particolare a cui ancora non si è in grado di dare un nome, e dai veterani del corpo, sa benissimo che per capire chi è il killer deve prima di tutto stabilire il come dell’azione e, una volta ricostruite passo passo le modalità di questa, rispondere a quell’unica ma fondamentale domanda: perché? Interrogativo a cui nello scorrere dell’opera se ne aggiungono molti altri. Chi è il bambino n. 39? Cosa si cela nel passato? Cos’è accaduto nel trascorso da essere così determinante per quello che è oggi il presente?

Fiori sopra l’inferno” non è soltanto un thriller dal ritmo implacabile e dall’ambientazione suggestiva. Ci troviamo in una vallata sulle Alpi, al confine con l’Austria, un piccolo paesino in cui tutti si conoscono e sanno i segreti gli uni degli altri. “Fiori sopra l’inferno” è il debutto di una protagonista indimenticabile per la sua straordinaria umanità, il suo spirito indomito, la sua rabbia e la sua tenerezza. Un romanzo di una donna che fa parlare un’altra donna. Teresa Battaglia, il commissario responsabile delle indagini, ha un caratteraccio, ma non si può non volerle bene. E’ determinata, caparbia e molto legata al suo lavoro. Il libro è scritto bene e la descrizione dei paesaggi è molto bella e realistica. L’ambientazione è stupenda. L’indagine si snoda tra passato e presente portando alla luce verità pericolose che influiranno sui protagonisti della vicenda. “Fiori sopra l’inferno” è un romanzo avvincente e intriso di suspense. Quello che più mi ha colpito è lo stile di Ilaria Tuti, che coinvolge il lettore, lo fa sentire parte delle indagini.

Commenti